giovedì 22 maggio 2014

Torta al limone con crema alle fragole

Namaste :-)
Ve l'avevo promesso sulla pagina facebook che stasera avrei scritto un nuovo post... e ogni promesso è debito! :-)
Oggi ci sarebbero tante cose di cui vi vorrei parlare...

Prima di tutto vi dico qualcosa su questa ricetta! Questa è la torta che mi hanno chiesto di fare due dei miei cuccioli in occasione del loro compleanno... che buffi mi avevano fatto anche un disegno tutto colorato per spiegarmi come la volevano! E devo dire che i cuccioli hanno buon gusto... l'abbinamento fragola e limone è vincente in questa torta. Non esagero se dico che secondo me è la torta che mi è piaciuta di più tra tutte quelle fatte ultimamente!

In questi giorni sto cercando di meditare tanto sulla consapevolezza e la presenza mentale. Sembra una cosa banale detta così, ma non è così scontata. Se iniziate a fare un po' di attenzione vi accorgerete che la nostra mente è molto di rado concentrata sul momento presente e su quello che stiamo facendo... quasi sempre la nostra mente è impegnata in un "chiacchiericcio" di sottofondo che riguarda o il passato o il futuro... ormai siamo abituati così e ci sembra quasi normale. Ma ci pensate che spreco di energia? Questo lavorio mentale ci fa fare ogni cosa in modo distratto, senza assaporarla, senza viverla. Un esempio banale: mangiare. Mentre mangiamo non siamo concentrati sull'azione che stiamo compiendo... pensiamo alle nostre preoccupazioni, ai nostri progetti, ai nostri ricordi, parliamo, leggiamo... insomma, facciamo mille cose che non hanno a che fare con l'azione del mangiare. Pensate come vivremmo meglio imparando a concentrarci solo sulla cosa che stiamo facendo: se sto mangiando devo essere consapevole di ogni cosa che sto facendo, del profumo e del sapore del cibo, delle sensazioni che mi da... solo a questo! Se la mia mente è occupata in altri pensieri non potrò mai assaporare veramente quello che sto mangiando... e questo è uno spreco! E vale per tutto... quante volte siamo con le persone ma la nostra mente è altrove... oppure camminiamo attraversando posti bellissimi ma non li vediamo perchè pensiamo ad altro. Spreco, spreco, spreco! La vita è breve, non possiamo permettere che ci scorra via in questo modo, senza assaporarla, senza viverla! Certo, non è facile riuscire a vivere sempre in modo pienamente consapevole...  ci sembra quasi impossibile pensare di riuscire a zittire la nostra mente... non scoraggiatevi! La distrazione è un'abitudine e come tutte le abitudini può essere sostituita con una nuova abitudine più salutare... mettiamo già in preventivo che ci vorrà tempo, costanza e allenamento, perchè tanto più un'abitudine è radicata tanto più tempo ci vorrà per estirparla. Ma difficile non vuol dire impossibile! Un esercizio che aiuta tanto a ritornare a noi stessi è la pratica del respiro consapevole. Possiamo farla in qualunque luogo e in qualunque momento. Basta respirare ed essere pienamente attenti e consapevoli del nostro respiro. A volte bastano un paio di respiri fatti in piena presenza mentale per ritornare a noi stessi... e vi accorgerete che fino a quel momento non stavate vivendo in modo pieno. Potete aiutarvi pensando, mentre respirate, a queste parole prese da una meditazione guidata da Thich Nhat Hanh: 

Inspiro e sono consapevole del mio respiro che entra
Espiro e sono consapevole del mio respiro che esce
 
Inspirando, gioisco dell'inspirare
Espirando, gioisco dell'espirare
Inspirando, mi sento così pieno di vita
Espirando, sorrido alla vita in me e intorno a me

Provateci e vi assicuro che vedrete subito la differenza!
Scusate, mi sono dilungata come al solito! Via, mettiamoci a cucinare :-)

Ingredienti:
Per la base: 200 gr di farina di tipo "0", 100 gr di farina integrale, 250 gr di yogurt di soia, 150 gr di zucchero di canna integrale, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 50 gr di acqua, 1 limone (buccia grattugiata  e succo), 1 bustina di cremor tartaro, 1 pizzico di sale marino integrale, 2 cucchiai di latte di soia.
Per la crema: 500 gr di latte di soia, 100 gr di amido di mais, 100 gr di zucchero di canna integrale, 300 gr di fragole, 200 gr di panna di soia, 1 pizzico di sale marino integrale.
Per la bagna: acqua zuccherata o tè o infuso.
Per la decorazione: cioccolato fondente, fragole.

Preparazione:
Iniziamo preparando la base. In una terrina miscelate le due farine, fate un buco al centro a fontana, versateci un pochino di acqua e scioglieteci lo zucchero mescolando bene dal basso verso l'altro, cercando di incorporare più aria possibile; aggiungete il pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone. Unite piano piano l'olio, la rimanente acqua e il succo di limone, iniziando ad incorporare la farina. Aggiungete lo yogurt e mescolate bene. A parte sciogliete il cremor tartaro nel latte appena intiepidito (si formerà una soffice schiuma bianca) e unitelo all'impasto. Versate il tutto in una tortiera unta e infarinata e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.
Prepariamo la crema. In un pentolino mescolate bene con una frusta l'amido con circa metà del latte; iniziate a cuocere, sempre mescolando, a fuoco dolce e aggiungete lo zucchero e il pizzico di sale. A parte pulite le fragole e frullatele e unitele alla crema. Continuate a cuocere per circa 10 minuti, aggiungendo gradualmente il latte rimasto; coprite la crema e fatela raffreddare. Appena sarà fredda aggiungete la panna e mescolate bene fino ad ottenere una crema omogenea.
A questo punto siamo pronti per comporre la torta. Tagliatela in due o tre strati, bagnate ogni strato con la bagna (io ho usato un infuso al limone, ma potete usare un tè Bancha dolcificato o anche solo acqua e zucchero), farcite con la crema e ricoprite tutta la torta, anche i lati, con la crema rimanente; fate aderire le schegge di cioccolata fondente sui bordi e  mettete in frigo.
Decorate a piacere con fragole fresche e cioccolato fondente fuso. Tenere in frigo come minimo un paio di ore (meglio anche mezza giornata!) prima di servirla. Pronta!
Buon Appetito :-)




Nessun commento:

Posta un commento